La storia dell’uovo di Pasqua

L’uovo di Pasqua ha origini molto antiche che si rifanno a riti legati all’inizio del periodo primaverile visto come rinnovamento della natura e quindi legato alla fecondità. Durante i secoli si sono poi aggiunte altre tradizioni e leggende. L’uovo rappresenta la Pasqua nel mondo intero: c’è quello dipinto, intagliato, di cioccolato, di terracotta e di carta pesta. Ma mentre le uova di cartone o di cioccolato sono di origine recente, quelle vere, colorate o dorate hanno un’origine radicata nel lontano passato. Le uova, infatti, forse per la loro forma e sostanza molto particolare, hanno sempre rivestito un ruolo unico, quello del simbolo della vita in sé, ma anche del mistero, quasi della sacralità.

Continua a leggere

Michel Nardi

Michele è conosciuto e apprezzato per la sua cucina “emotiva” che potremmo definire una rivisitazione personale della cucina elbana. Non solo e non tanto perché reinterpreta i piatti tradizionali, ma perché combina gli stessi alle erbe selvatiche presenti in grande quantità e varietà sull’isola. Crea accostamenti originali capaci di far rivivere, a chi li assapora, le emozioni vissute lungo i sentieri elbani. Michele ha trovato nei proprietari dell’Hotel Cernia Isola Botanica le persone con le quali condividere questa visione e sviluppare questa cucina. Si è diplomato alla Scuola Alberghiera all’Elba, ha avuto la fortuna di incontrare come insegnante Alvaro Claudi, appassionato cultore della cucina elbana, che gli ha dato la giusta impostazione. Le origini campagnole e la cucina di famiglia gli hanno dato l’imprinting per fare queste scelte, un po’ in giro per il mondo e poi la decisione di rimanere all’Elba per la passione per il mare e per questa terra ricca di natura.

Continua a leggere

Patrizia Vanelli Cambiano

Patrizia e suo marito Massimo lavoravano e abitavano a Milano, nel ’98 avevano realizzato che non volevano più stare in città e avevano un sogno: andare a far i contadini. Hanno trovato il loro posto in un borgo al confine fra il Piemonte e la Liguria nell’alto Monferrato: Le Ramate. Hanno scelto di allevare capre camosciate nei17 ettari di pascolo e bosco della loro proprietà, hanno ristrutturato la loro casa, costruito una stalla e un caseificio. Hanno studiato, approfondito le tecniche casearie e deciso di utilizzare un metodo antico con le tecnologie attuali come quello della “cagliata lattica”. Producono dei formaggi speciali a latte crudo che vendono nelle principali città italiane come Milano e Roma ma anche a Parigi, in Germania e tra poco a Londra.

Continua a leggere

Paolo Mazzarri

La famiglia Mazzarri produce vino da più di due secoli nello splendido scenario del golfo di Lacona all’Isola d’Elba, dalla cantina si vede e si sente il mare. Paolo è cresciuto in mezzo alla vigna e alla cantina insieme ai nonni che gli hanno trasmesso la passione per il vino. Dalla metà degli anni ’90 Paolo ha ricostituito l’Azienda Agricola Mazzarri mantenendo le vigne che i nonni avevano piantato con i vitigni autoctoni, e piantando di nuovi. Produce degli ottimi vini tipici dell’isola, sia bianchi che rossi, uno straordinario Aleatico passito e, unico produttore elbano, un ottimo Bianco Passito. L’azienda produce anche un ricercato e apprezzato olio extravergine di oliva.

Continua a leggere

Salvatore Santucci

Salvatore da bambino è rimasto affascinato dal mondo della pizza e ne ha fatto il suo lavoro, la sua passione, la sua vita. Da più di trent’anni fa pizze, oltre alla sua attività con la pizzeria da asporto Totò Sapori è pizzaiolo istruttore dell’ Associazione Verace Pizza Napoletana e si dedica all’insegnamento e alla diffusione della pizza napoletana. Si considera un integralista riguardo al modo di preparare e di cuocere la pizza napoletana che la differenzia da tutte le altre.

Continua a leggere