Andrea Falaschi

Andrea è la quarta generazione della macelleria Falaschi avviata dal bisnonno del ’25. Ha fatto esperienze a Londra e negli USA prima di dedicarsi alla macelleria di famiglia. Riesce a coniugare il rispetto delle tradizioni con l’opportunità che la tecnologia consente sia nella produzione che nella vendita. Presidio Slow Food  e vendita on line con un sito ben fatto, e un po’ di divertimento come il “Jazz in macelleria”, appuntamento annuale di primavera.

 

Continua a leggere

Francisca Frias

Francisca è arrivata in Italia negli anni ’90 per specializzarsi all’università di Firenze. Le difficoltà che il nostro paese pone a chi arriva da fuori sono tali che si è trovata dopo vari lavori ad occuparsi di donne straniere e di cucina. La cucina come elemento trasversale di tutte le culture, Francisca si è appassionata al tema e ha scoperto le sue doti di organizzatrice. Ha promosso e gestito con successo il primo catering multietnico di Firenze, poi un ristorante con le stesse caratteristiche di cucina dal mondo e adesso un bar con i propositi di fare nuovamente catering e l’ambizione di farlo per una compagnia aerea.

Continua a leggere

Leonardo Romanelli

Leonardo ha interpretato la maggior parte di ruoli intorno alla cucina, alla gastronomia, al vino. E’ stato, ed è, insegnante, cuoco, sommelier, giornalista, commediografo, attore, organizzatore di eventi. La passione è venuta dalla famiglia, ma poi è stato il destino a sottrarlo ad una carriera sportiva, indirizzandolo verso il mondo della cucina. Ha studiato alla scuola alberghiera, per poi diventarne insegnante,  e la sua vena creativa l’ha portato ad interpretare sempre nuovi ruoli.  Forse è l’unico critico che nel suo percorso abbia svolto la professione di  cuoco, e questo gli consente di entrare in contatto in maniera diretta con lo chef di turno. L’ultimo suo impegno è stato quello di direttore artistico  della terza edizione della Biennale Enogastronomica fiorentina. Continua a leggere

La ricetta di Leonardo Romanelli

Gnocchetti di patate con zampa alla parmigiana

Ingredienti per 6 persone.

Per l’impasto:1 Kg di patate,200 g di farina,50 g di parmigiano, sale fino, noce moscata.

Per la salsa: 6 carciofi, 3 spicchi d’aglio, un mazzetto di prezzemolo, sale fino, pepe nero,400 g di zampa bollita,50 g di burro,100 g di pecorino,1 dl di olio extravergine di oliva,1 dl di vino bianco.

Preparazione: lessare le patate, pelarle, e passarle al passaverdure con i fori piccoli. Farle freddare, quindi unire gli altri ingredienti. Impastare velocemente e lasciar riposare. A parte, pulire i carciofi e tagliarli a spicchi piccoli. Tritare l’aglio e il prezzemolo e farli rosolare in una padella con l’olio; unire i carciofi, salare, pepare e bagnare con vino bianco, aggiustare di sapore e continuare la cottura a fuoco basso, coperti.  Mettere la zampa tagliata a strisce sottili a rosolare con il burro, quindi cospargerla con il pecorino e farla leggermente gratinare in forno. Con l’impasto formare dei cordoni e ricavare gli gnocchi;    cuocerli in acqua bollente salata e, quando vengono a galla,  scolarli e metterli nella salsa di carciofi e terminare unendo la zampa