Laura Rangoni

Emiliana doc, grande passione per la scrittura, per la cucina e per…gli animali. Vive a Blello,  un paesino in mezzo alla natura nella Val Brembana, con sette gatti e due cani. Giornalista, studiosa di tradizioni popolari e di storia dell’alimentazione è tra i maggiori autori contemporanei di cucina, ha pubblicato un centinaio di titoli. E’ autrice del blog “Pane al pane”sulla piattaforma dell’Espresso, dirige la rivista di enogastronomia  on line “Cavolo Verde” e  cura per la casa editrice Giunti la collana “In cucina con Laura Rangoni”. La sua passione per gli animali l’ha portata ad organizzare uno “Show cooking a sei zampe”, ovvero delle ricette che possiamo mangiare insieme quadrupedi e bipedi!!  Continue reading

La Ricetta di Laura Rangoni

Tortellini alla Bolognese

I tortellini sono uno di quei piatti che richiedono un lungo tempo di preparazione. Un tempo tutte le donne di famiglia erano mobilitate nella loro preparazione e si assisteva a una sorta di catena di montaggio. Anche adesso che sono rimasta da sola, continuo a fare i tortellini “come una volta”, in omaggio alle magnifiche cuoche della mia famiglia che mi sorridono dal cielo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Continue reading

Edda Onorato

Padre italiano, madre francese, nata a Roma, avvocato. Ha esercitato a Roma e poi a Parigi dove ha seguito il marito per lavoro. Poi la passione per il mondo della cucina le ha fatto fare una scelta coraggiosa: ha lasciato il suo lavoro di avvocato, ha realizzato un blog di sue ricette “Un dejuner de soleil en Italie “ e da lì è iniziata una nuova avventura professionale. Adesso è una libera professionista che collabora con riviste e case editrici.

 

Continue reading

La ricetta di Edda Onorato

 Mousse al cioccolato bianco, limoncello e olio d’oliva  (per 6 persone)

120 g di cioccolato bianco (idealemente di copertura)

60 g di panna fresca 50 g d’olio d’oliva delicato

20 g di limoncello la scorza di un limone non trattato

300 g di panna fresca intera da montare

Far sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria. Far bollire la panna e poi versarla sul cioccolato in tre volte, emulsionando come una maionese. Lasciar intiepidire (40°C circa) poi versare l’olio, il limoncello ed aggiungere la scorza di limone

Montare l’altra parte di panna (300 g) e incorporarla delicatamente alla ganache. Versare in dei bicchierini, coprire con la pellicola e lasciar riposare in frigo almeno un’ora. Si conserva bene fino all’indomani e si può congelare.

Benedetta Vitali

Cuoca, ristoratrice, educatrice e sostenitrice dello specifico femminile in cucina. Grande energia e l’ impronta combattiva di chi è stato giovane negli anni ’70 e ha assorbito la carica “rivoluzionaria” di quel periodo. Ha aperto insieme al suo ex marito, Fabio Picchi, il ristorante  il Cibrèo alla fine  degli anni ’70. Molto conosciuta e apprezzata per i piatti che prepara nel suo ristorante attuale Lo Zibibbo. Sta scrivendo un libro di educazione alimentare: “Mangiare poco” ed è fondatrice di una associazione di donne cuoche: Kokoro. Continue reading

La ricetta di Benedetta Vitali

Spaghetti alla chitarra con erbe di campo. 

Le erbe di campo che uso sono la borraggine, gli spinaci selvatici, la rughetta. Per chi non le ha a disposizione va bene anche la rucola, il radicchio verde amaro, il radicchio rosso.

 Per la pasta per 8 pp

 250 gr. di semola

250 gr. di farina  “o”

1 uovo

170 ml di acqua

 E’ un impasto senza uova, giusto 1 per sicurezza, che risulta piuttosto duro da lavorare ma così deve essere.

Dopo aver impastato a mano va passato nella macchina della pasta alla massima larghezza dei rulli più volte in modo che continui ad impastarsi e le sfoglie che ne escono siano lisce ed omogenee.

Con un matterello passare le sfoglie tagliate di una lunghezza non superiore ai20 cm. attraverso la ” chitarra”  ( strumento manuale che si può trovare in alcune mesticherie o civaioli ). Lo spessore di questi spaghetti a sezione quadrata sarà quello della maggiore distanza dei rulli della macchina per la pasta.

Fate dei nidi di circa 100 gr. 

In una padella di alluminio mettere 3 cucchiai di olio extra vergine, 2 spicchi di aglio schiacciato, che potete togliere alla fine, un bel pugno pieno di erbe grossolanamente tagliate, poco sale.  Fate appassire per pochi secondi.

Cuocete gli spaghetti, con la pasta appena fatta 2 minuti di cottura basteranno.

Scolateli direttamente nella padella con le erbe e saltateli.

Metteteli nei piatti e finite con ricotta stagionata grattata, un filo ( abbondante) di  olio extra vergine  e pepe nero.